L’altra faccia dell’Australia. Joshua: io sto con gli aborigeni!

Joshua AsieduCrescere in una città che porta a seguire i ritmi della moda, quella che se non si e’ vestiti in una certa maniera ci si sente “out”. Quella che  giudica per tutto ciò che si fa e non per quello che si e’. Quella che  incanala a frequentare i locali notturni e ad essere in perfetta forma, atrimenti, ci si sente diversi. Quella che fa vantare un lavoro “figo” per potersela “menare” con gli amici. Quella che fa comprare una macchina “nuova di pacca” per dimostrare a tutti che si e’ importanti. Quella che in una sola parola si può definire “superficialità”…

Joshua Asiedu, 21 anni, milanese, giovane, bello, fisico scultoreo, sarà la sua massima aspirazione quella di diventare “tronista”?!

..E invece no!

Lui, una bomba d’energia, decide di uscire da questi schemi che la nostra società impone e sceglie di vivere un’esperienza dall’altra parte. La sua meta?!? L’Australia! Ma non quella commerciale, che tutti conoscono e di cui spesso si sente parlare, no! Lui sceglie di vivere proprio l’altra faccia dell’Australia e a Ornitorinko si racconta così:

Finalmente apro gli occhi e, vedere le cose da fuori mi fa capire che esiste un forte sistema “governato” da terzi, come banche, multinazionali e chi sa chi altro… ma in fin dei conti chi ne è a capo non conta, perchè chi fa girare questa ruota siamo proprio noi. Se solo imparassimo a viverci la vita senza pensare a un domani, godendola e condividendola al 300%!!!

Che Dire?!? Ce l’ho fatta…
Ce l’ho fatta a Trovare la Pace e la Libertà.

Ma partiamo dal principio. Decido di lasciare la classica “Life Style australiana” e mi inoltro sulla costa dove c’è motlo più verde e dove ci sono anche molte famiglie aborigene che vivono li. Questi non sono “aborigini di città” oppressi dalla cultura europea e intossicati da tutto ciò che essa comporta, come l’alcol. Mi fermo a parlare con loro che mi danno un grande benvenuto, mi raccontano storie regalandomi un po’ della loro cultura, quella cultura che non si potrà mai apprendere da un libro! Mi incuriosisco molto.

Quando arrivo qui sono agli albori. Le sfide e la PACE che allo stesso tempo emanano questo posto mi fanno trattenere per un paio di mesi.
Decido poi di vivere su uno scoglio. Sono solo con ragni di dimensione del palmo della mia mano, oppossum, pipistrelli, uccelli di ogni genere e di ogni razza, alberi immensi e un’energia che mai avrei pensato di trovare. Non credo mai di provare questa sensazione in tutta la mia vita.

Mi lascio alle spalle qualsiasi sorta di comodità, vivo all’insegna della semplicità e, credetemi che è proprio grazie a questo che ho trovato la vera e propria LIBERTÀ.

Non parlo di quella libertà fittizia, dove siete e sarete sempre e comunque governati dal sistema, NO, io parlo di quella libertà vera, una libertà fuori da ogni tipologia di sistema, fuori dalle schiavitù della prigione mentale spirituale e poi fisica, che induciamo e noi stessi.

Spendiamo cosí tanto tempo ed energie per cose di cui nemmeno necessitiamo, e che alla fine non ne abbiamo più per dedicarne a noi stessi.

Spendiamo cosí tanto tempo in cose che nemmeno amiamo, e che nemmeno ci interessano realmente, che alla fine ci fanno dimenticare la cosa principale: viverci l’imprevedibile VITA, che è corta e per questo  così preziosa.

In questo posto sfido più che la natura, me stesso, rispettando, sempre, ció che ho intorno a me. Incontro tanta, tantissima gente, molta della quale vive proprio come me, tra gli alberi e la natura, che questo meraviglioso posto regala.
Si crea una vera e propria comunità, la maggior parte delle persone qui, ha poco o nulla, ma tutti codividono tutto, soprattutto ogni momento vero, puro e incredibilmente magico.

Per non parlare dell’esperienza che vivo con veri e propri aborigeni!!!
Ebbene si, avete capito bene. La maggior parte di loro sono però “fottuti” dall’alcol, (quando il colonies venne iniziò uccodendo milioni e milioni di loro, poi iniziò a uccidere la loro cultura e poi introdusse loro l’alcol: una forma “buona” per distruggerli da dentro). Forse la cosa peggiore è quando mi siedo a parlare con una comunità e mi dicono:
“loro portano il veleno e ora non riusciamo a farne a meno”
Chiusa parentesi, non sono tutti così: c’è ancora molta gente che vive alla vecchia maniera.

Qui vicino alla città c’è una riserva, dove abitano diverse famiglie. Divento amico di una di queste, che mi accoglie e mi rende partecipe della loro quotidianità. Voglio stare a contatto con le loro tradizioni:  vado a pesca e caccio tra i cespugli. Ho anche il PURO PRIVILEGIO, non semplicemente di vederli in azione, ma anche di vivere l’azione con loro…che esperienza!!!!!!

Ne ho di cose da raccontare…ma sono sicuro che la metà di queste non possono essere comprese se non sono state vissute!

In ogni caso quest’esperienza mi rende pronto per ciò che di principio volglio fare davvero, ma che forse, per anni non trovo il coraggio di inseguire.

Quindi tra poco lascerò anch’io questa Grande Isola: sono pronto per imbattermi in nuove sfide e nuove avventure!

E qui, adesso, posso dire che ce l’ho fatta a costruire le mie forti fondamenta!

Anche se dovessi morire oggi, lo farei con un grandissimo sorriso, perchè so che sono in grado di inseguire ciò che realmente voglio ottenere. Se dovessi morire adesso, morirei da uomo, ma da vero uomo libero.

Vi auguro il meglio, spero che anche voi stiate facendo ció che realmente vi renda felici.

Questo è il successo: successo non è finire in televisione, o avere fama o altre stronzate del genere…nhaa
SUCCESSO È FARE DELLA PROPRIA VITA CIÒ CHE REALMENTE SI VUOLE FARE!
Questa amici miei è una cosa rara, anzi rarissima!

Vi auguro il meglio!
Enjoy your Life cause is Just One and F***ing Short.
All the Best Guys.

Un saluto aborigeno,

Joshua

Segui le orme di Ornitorinko anche su facebook!

7 commenti su “L’altra faccia dell’Australia. Joshua: io sto con gli aborigeni!”

  1. Un ragazzo di 21 anni che ha già capito tutte queste cose? c’è ancora speranza per l’umanità, allora! Lo dice uno che quelle cose le ha capite, ma più di 10 anni più tardi!

    Complimenti per la tua scelta, Joshua, sei un grande giovane uomo!

  2. Joshua, con grande ammirazione ti esorto a continuare per la tua strada carica di emozioni e sentimenti e…..ogni volta che ti troverai in difficoltà non arrenderti perché non sei solo …..pensa a tutte le persone che ti vogliono bene e ti sono sempre vicine con il pensiero..anche se sono.dall’altra parte del mondo……

  3. Fortuna che ci saranno sempre giovani fratelli che ci chiederanno Saggezza e Vita Vera, grazie Joshua. Giovane Fratello di cammino, la mia casa e’ la tua se passi da Canberra.

    Sono in Australia da 16 anni e sono un Servitore dell’Evoluzione sono venuto qui e sono ancora qui vivendo la meravigliosa esperienza di interazione con l’Essere di questo luogo fisicamente antico ma anche il punto piu’ avanzato di RI-EVOLUZIONE Umana.

    Sono qui per introdurvi qualcosa che inconsapevolmente tutti noi viviamo in questa nazione continente, noi siamo :

    “ I AM AUSTRALIA”

    Solo qui in Australia esiste una concentrazione cosi elevata in numero di meravigliosa diversita’, nel Pianeta esistono circa 200 nazioni che rappresentano centinaia e centinaia di gruppi Etnici Genetici Principali, qui, in Australia, tutti noi rappresentiamo la piu’ alta concentrazione di questi Gruppi Etnici,

    SIAMO UNA REALE E PACIFICA UNIONE DELLE RAZZE.

    La grande ricchezza che questo produce pero’ e` molto spesso bloccata e non utilizzata a pieno per interferenza di interessi personali o nazionali. Ad esempio io nasco Italiano, ma mi rendo conto che se il mondo fosse fatto solo da italiani sarebbe un mondo limitato e monotono. Anche se il contributo specifico delle caratteristiche italiane ha contribuito ad arricchire la meraviglia di questo Pianeta come hanno fatto praticamente tutte le altre Etnie.
    Considerando le crisi che avvolgono le Nazioni Planetarie, da crisi esistenzilai a crisi alimentari, dalle piu’ ricche alle piu’ povere e’ tempo di iniziare a pensare ad un reale cambiamento di azione. Se tutti noi iniziassimo a collegare e bilanciare il Bene Personale con il Bene Comune ed il Bene Comune con il Bene Personale, potremmo iniziare ad utilizzare in modo reale il Grande Regalo che ognuno di noi nel suo Essere Individuo Rappresenta: l’Essere Diverso.
    La Diversita’ e’ la piu’ grande Ricchezza, Fantasia, che tutti noi abbiamo ricevuto in dono. Immaginiamo solo per un momento come la Natura, e per chi crede Dio, ci hanno regalato questa Meraviglia che tutti i giorni e’ intorno a noi, ma proprio perche’ e’ intorno a noi, tutti I giorni, non gli diamo piu’ la dovuta Importanza e Rispetto. Usero’ un esempio molto semplice e diretto: immaginiamo il mercato dove noi tutti andiamo a comprare cio’ che ci serve per nutrirci, subito abbiamo una immagine visiva di Scelte, Colori, Sapori, Odori e tutto questo arriva da luoghi diversi del Pianeta facendo si che anche le nostre tavole ed il nostro nutrimento sia pieno di Scelte, Colori, Sapori, Odori. Ora pensiamo solo per un momento che domani arrivando allo stesso mercato con le stesse aspettative trovassimo un mercato che ci offre un unico frutto, unica scelta, unico colore, unico sapore, unico odore, tutti noi credo che solo dopo 3 giorni inizieremmo a non essere piu’ gli stessi, la nostra vita cambierebbe e si rattristerebbe iniziando cosi a rimpiangere quella Diversita’ di Opportunita’ alla quale oggi non diamo il dovuto Rispetto ed Importanza.
    Noi tutti siamo I Meravigliosamente Diversi Frutti dell’Albero della Vita ed ognuno di noi puo’ e credo debba offrire e ricevere la propria Diversita’ per il Beneficio Comune, arricchendo il GRANDE ESPERIMENTO chiamato VITA. Offrendo e non imponendo la nostra diversita’ costruiamo la possibilita’ di attingere ed apprendere da tutto cio’ che ci circonda.

    Diversita’ in Unita’ ed Unita’ in Diversita’

    Australia non come opportunita’ singolare ma come reale presa di coscienza sociale, multiculturale ed interraziale. Non si viene in Australia per propria convenienza ma per dare a questo nuovo mondo un contributo per la crescita collettiva nel raggiungimento di obbiettivi sociali, di pace, di amore, cultura, scienza, tecnologia e diversita’.
    Tutto cio’ ci occorre per attivare e ripristinare tutto questo, e’ recuperare il ricordo che siamo Amore e che siamo Fratelli e solo nel vivere l’Amore in Azione e la Fratellanza in Manifestazione che abbiamo la possibilita’ di poter nutrire la nostra Anima, il nostro Spirito cosi come facciamo con per il nostro Corpo.

    ESSERE MEGLIO x STARE MEGLIO

    “I AM AUSTRALIA” non e’ un presentare una forza nazionalistica, ma e’ qualcosa che e’ al di la delle nostre Volonta’ Umane e sta gia’ accadendo, ora tocca a noi dargli Valore e Ricchezza.
    “I AM AUSTRALIA” e’ un Grande Laboratorio, e’ una Grande Biblioteca, e’ la Grande Banca Dati che ha iniziato a manifestarsi qui in questo luogo fisico e forse chiede a tutti noi di diventare Ambasciatori della possibilita’ di Essere e Vivere in FRATELLANZA CULTURALE RELIGIOSA e RAZZIALE, affinche’ questo possa Riverberare in tutto il Pianeta e cosi ognuno di noi potra’ diventare ambasciatore di Amore, Fratellanza e Diversita’ attraverso la Cultura che lo ha formato ed Apprendista di tutte le Culture che lo Formeranno e lo Arricchiranno. Ognuno di noi e’ arrivato in questa Nazione portando con se Ricchezze Storiche – Culturali e Spirituali che fuse con le Ricchezze Storiche – Culturali e Spirituali della Cultura indigena puo’ produrre la Prima Vera Grande Manifestazione di Pacifica Fratellanza nel Pianeta.
    “I AM AUSTRALIA” e’ un Progetto Culturale ed Educativo, Quindi quanto tale non si prefige lo scopo di promovere un prodotto che produca un ritorno in termini ricchezza economica ma si prefige lo Scopo di promuovere una idea di Realta’ Comune che rispecchia cio’ che sta’ gia accadendo in Australia ma in forma di necessita’. L’investire nell’Utilizzo della Diversita’ renderebbe le nostre vite migliori. I ritorni sarebbero anche economici, perche’ operare con la Ricchezza Culturale Comune per il Bene Comune renderebbe la vita molto piu’ Essenziale anche nei suoi aspetti economici cosi riportando l’economia ad una condizione di reale bisogno e non di virtuale necessita’……………………………… il progetto in toto al link sottostante

    https://postxaussiepeacemaker.blogspot.com.au/2013/06/io-sono-australia-il-progetto.html

  4. ciao fratello dell’Avventura di questa splendida vita, vero è quello che dice IMG68, i giacca e cravatta, o meglio ancora i PRENDI, si sono presi terre e schiavizzato popoli, questo è accaduto ovunque …è anche vero che gli è stato permesso di farlo….per la Pappa Pronta…..Ma!!!! tutto cambia ci evolviamo finalmente, comprendiamo che non è questa la nostra natura, E tu Joshua sei un esempio meraviglioso, Sono felice di condividere la tua Arte di vivere con gli Aborigeni i primi della terra…………. Siiii…. Arrivano dall’Africa milioni di anni fà, sono quelli che nonostante il disumano Uomo hanno resistito, la cultura i saperi di terre e cieli sono loro i custodi del senza tempo…. Donc buona vitae, continua a raccontarci meraviglie, sarai il nostro messaggero un nuovo Ponte che lascia alle spalle il vecchio per passare al nuovo cammino di se stesso. quello Autentico integro. Donc Okey….. un abbraccio per te, ed uno per fratello A b o r i g e n o ………gy chenoa

  5. Joshua, gli Aborigeni ti hanno accolto e dato tanto, che cosa darai o meglio farai per loro? Tieni viva la memoria della loro cultura anche a chi non li conosce e ricorda a tutti cosa hanno fatto i “civilizzati” colonizzatori australiani a questo popolo. Li hanno sterminati, umiliati, resi schiavi. E’ il passato oscuro e sanguinoso della solare Australia, che non tutti conoscono. Buona fortuna per il tuo cammino.

  6. E bravo joshua, in tempi in cui l’esperienza downunder sta diventando sempre piu “commerciale”, è incoraggiante sapere che qualcuno ancora va direttamente al nocciolo dell’avventura overseas.

    1. Non posso che condividere le tue parole, ho lasciato Roma per ritrovarmi a Sydney e Sydney per ritrovarmi a vivere con gli aborigeni, sono persone uniche che parlano con sguardi e con il cuore, adoro ascoltare le loro storie al chiaro di luna, e vederli sorridere, perché hanno un sorriso incontaminato un sorriso sincero… mi hanno ridato la vita!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.