Vado in giro per l’Italia.. A piedi! Il cammino di Marcello, da Milano a Crotone!

..A volte, pensi che il mondo gira all’incontrario e che le persone, in generale siano molto distanti da te, anni luce.. Una galassia che ti divide dagli altri, avvolti da una routine a mo’ di navicella spaziale  che ti aliena dagli altri universi.. A volte questo pensiero, mi fa sentire come la particella di sodio dell’acqua Lete.. Saro’ da solo?

..E invece no!

..E’ bella quella sensazione. Gia’, e’ davvero bella! Quando pensi di essere un animale strano e non esserne l’unico esemplare. A volte, infatti, ti capita di incontrare altre speci rare che provengono dal tuo stesso ecosistema..

La magia della rete e’ anche questa: vedere per caso che qualcuno e’ (come te) in movimento e (che in molti guardano con aria perplessa) decide di partire da Milano per arrivare nel profondo Sud. Destination Calabria. No, non parlo di una canzone da truzzi ad assetto ribassato e cerchione in lega, ma della bella iniziativa di un ragazzo di Crotone: partire dal capoluogo lombardo per raggiungere la porta della casa di famiglia.

Si chiama Marcello Fauci, classe 1984 (che stile..), fotografo freelance per diverse testate nazionali.

“La storia e’ tutto quello che mi succede”, raccontata attraverso un blog: italiaapiedi. Milleduecento kilometri di marcia, programmati in un ruolino da trenta al giorno.. A spasso per lo stivale, quasi una sorta di quarantena che lo tiene lontano da ogni mezzo di locomozione..

Date un’occhiata al video in basso per conoscere meglio Marcello e saperne di piu’ sulla sua impresa!

Il viaggio e’ bello perche’ imprevedibile, al contrario, sono sicuro delle delizie, affettive e culinarie che lo attenderanno una volta varcato la soglia di casa!

Buon cammino Marcello!

Un saluto kilometrico.

Ornitorinko

3 commenti su “Vado in giro per l’Italia.. A piedi! Il cammino di Marcello, da Milano a Crotone!”

  1. bella iniziativa….. e chissà quante emozioni e quante cose da raccontare!!!!! Son proprio curiosa di sapere quando arriverai e di ascoltare…….

  2. Citando Tiziano Terzani a me viene in mente questo: “Il senso della ricerca sta nel cammino fatto e non nella meta; il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l’arrivare”. Credo che per un “animale strano” come Marcello, una meta come quella prevista dal suo viaggio, sia solo un arrivo passeggero, un porto sicuro dove approdare e progettare un nuovo cammino..

  3. che dire riallacciandomi a baudealire ……credo che anche marcello sia un vero viaggiatore di quelli che partono e basta il suo cuore è lieve come i palloncini che dicono sempre andiamo e non sanno il perchè ……..in questo caso il tuo desiderio che ha la forma di una nuvola spero sul serio possa appartenerti buon viaggio camminatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.